Storie di successo: Luca.

Nota: non metto alcuna foto prima-dopo perché reputo errato un percorso nutrizionale che si incentri solo sull’aspetto fisico ed al peso della bilancia: una foto prima-dopo è fuorviante perché porta l’attenzione del lettore solo su questo.

Luca si presenta alla prima visita con l’obiettivo manifesto di perdere peso, tuttavia durante il colloquio si delinea subito l’obiettivo profondo di “stare bene”.

Qui lo “stare bene” è in senso lato: non parliamo solo di salute, ma stare bene con sé stessi, stare bene in relazione agli altri, in particolare non aver frustrazioni riguardo all’alimentazione o all’aspetto fisico.

Luca aveva seguito in passato schemi alimentari proposti da altri esperti di nutrizione, tuttavia avevano fallito; li aveva seguiti e poi, arrivato all’obiettivo di peso, aveva smesso di seguirli. La motivazione di questo non risiede nel fatto che il loro piano alimentare fosse “sbagliato”, piuttosto non sono riusciti a far percepire a Luca il piano proposto come “suo”: era il loro piano per Luca, non il suo piano.

Conscio di questo ho deciso di cercare di comprendere le difficoltà che aveva avuto durante questi piani ed in particolare sul tasto “on-off” della dieta: perché smetteva di seguire la dieta quando si sentiva arrivato?

La risposta è che spesso si guarda alla dieta come una “cosa da fare” per arrivare all’obiettivo: si vuole l’obiettivo, non la dieta – questa è solo una tortura a cui ci si sottopone per arrivarvi.

L’obiettivo che mi pongo come dietista e personal trainer è far “vivere il fitness”, far capire che il percorso di fitness non è una scalata nella montagna purgatorio per arrivare al paradiso: è già il paradiso; certo, un paradiso terrestre, il luogo in cui ci si prende cura dell’anima e del corpo in cui vi risiede.

Fitness è prendersi cura di sé stessi a 360°, non è dover far qualcosa di spiacevole per concedersi dopo qualcosa di piacevole, fitness è trovare le corrette abitudini di vita che ci creino piacere nel farle- e io e Luca abbiamo fatto esattamente questo.

Luca ama lo sport, lui vive per lo sport: ama giocare a calcio, gli piace correre, ora ha iniziato a giocare a padel(un gioco simile a tennis dove il campo è delimitato però da vetri che fanno rimbalzare la palla indietro), guarda ogni sport in televisione, si è iscritto a scienze motorie, e sta frequentando un corso per diventare istruttore di calcio.

Luca è sport, ha solo bisogno di una mano che gli dica di non ossessionarsi sulla dieta, di non guardare solo il peso della bilancia, di non guardare ad un alimento-spazzatura come uno “sgarro”(parola utilizzata spesso, in relazione anche solo ad “un biscotto” non previsto nella dieta) per cui sentirsi in colpa e frustrati.

Abbiamo iniziato a lavorare il due settembre 2020. Ho analizzato la routine giornaliera di Luca, i suoi livelli di stress ed il modo con cui se ne liberava, la qualità del sonno e la nutrizione.

Il fattore su cui era carente era la nutrizione, il cui optimum io definisco con: “La dieta attuale mi soddisfa, mi sazia, mi dona un senso di benessere, non mi fa sentire “a dieta”; riesco inoltre a percepire le vere voglie alimentari(quelle false sono il mangiare per noia o stress) e soddisfarle senza frustrazioni”.

Questo è stato l’obiettivo: trovare un equilibrio dietetico che rendesse Luca soddisfatto nell’alimentarsi, senza frustrazioni o sensi di colpa e, a 6 mesi di distanza circa, trovo questo suo messaggio:

Sono contento dell’obiettivo che abbiamo raggiunto.

Sentirsi in equilibrio e riuscire ad andare avanti da soli: esiste frase migliore per descrivere il percorso del fitness?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: